11999025_902072236530544_1486925850332005790_n_con

Nessun passo verso il razzismo. Solidarietà al Liceo Siotto per le provocazioni fasciste. 15 09 2015

Questo articolo è stato scritto da il 15 set 2015 in Metropoli e Territorio, Scuola
Ieri 14 Settembre, in mattinata, all’inizio dell’anno scolastico del Siotto in cui era prevista un iniziativa portata avanti dalla presidenza in solidarietà con gli immigranti e di sensibilizzazione verso il tema dei flussi migratori, alla fine dell’evento si è palesato un gruppetto di 4 individui neo fascisti ormai usciti dalle superiori per contestare l’iniziativa di solidarietà ai migranti facendosi vedere come studenti “siottini” dal grande tocco giornalistico cagliaritano di “Casteddu Online” giornale ormai conosciuto per l’opportunismo giornalistico e gli articoli spazzatura che ormai intasano il web.

 I 4 mascherati sotto la sigla di “studenti sardi in rivolta” sono stati subito respinti e cacciati dagli studenti che appartenevano alla scuola, non volendo accettare la provocazione fascista di chi, già nel 2013, aveva cercato di inserirsi nelle dinamiche studentesche prendendo la testa di un corteo  per inserirvi tematiche razziste. Gli stessi erano stati cacciati dal corteo e poi scomparsi dietro gli sbirri.

Oggi 15 Settembre gli studenti del collettivo Siotto si sono organizzati ed è stata fatta una chiamata antifascista per dare una risposta. E’ stata fatta un azione d’informazione con striscioni fuori dalla scuola per sottolineare che non è gradita la presenza dei fasci né nelle scuole né in città.

Diamo tutta la solidarietà ai compagni del Siotto e ribadiamo che non accettiamo la retorica di chi usa il problema dell’immigrazione come palco per esporre becero populismo e truccamenti di appalti agli spazi di assistenzialismo, dove – caso strano – ci sono i soliti dell’estrema destra che quindi si fanno le mazzette.

Dietro il fenomeno dell’immigrazione ci sono persone provenienti da paesi che il potere occidentale ogni giorno distrugge sempre di più! Arrivino senza problemi, avranno tutta la nostra solidarietà e ci uniremo contro gli stessi padroni che combattiamo ogni giorno.

Venerdì 18 ci incontreremo allo studentato occupato Sa domu Via La marmora 126 alle ore 17 per ripartire dall’antifascismo per costruire le lotte.

REFUGEES ARE WELCOME
FASCI A FORAS!

Collettivo Autonomo Studenti Casteddu