Report Assemblea Nazionale StudAut, 4-5 Marzo @Bologna

Questo articolo è stato scritto da il 07 mar 2017 in Editoriali, Media, Scuola, Slider

Questo weekend, noi studenti di diverse città d’Italia, ci siamo riuniti a Bologna rivolgendo uno sguardo all’autunno passato, a partire dal confronto e dall’analisi sui percorsi che ci hanno portato alla data di mobilitazione nazionale del 27 Novembre, in vista dei prossimi mesi. In questa giornata, abbiamo visto come le strade di Roma si siano riempite di migliaia di persone provenienti da diverse realtà di lotta che si sono intrecciate per creare un NO sociale verso il referendum, ma nello specifico alle condizioni di vita e alle politiche di austerity promosse dal Governo Renzi e dall’Unione Europea.
I protagonisti di questo NO sono stati i giovani, gli studenti, i precari, gli abitanti delle periferie; ci siamo soffermati proprio sui soggetti provenienti da questi ambiti sociali che vivono quotidianamente gli effetti della crisi e della repressione, che sono stati determinanti  nella cacciata del Governo Renzi.
Con le dimissioni del premier abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, ma, nonostante questo, abbiamo notato come il nuovo Governo Gentiloni sia in perfetta continuità con quello precedente.
Seppur con toni più bassi questo governo sottostà alle imposizioni dell’Unione Europea, approva tutti i nuovi decreti alla Buona Scuola proposti dal suo predecessore, e non tiene conto di quello strato sociale che abbiamo visto riversarsi in piazza il 27 e che si era già espresso contro questo tipo di politiche.
Durante la discussione è emersa l’esigenza di mobilitarsi il 25 Marzo, data in cui i maggiori rappresentanti dell’Unione Europea si troveranno a Roma per festeggiare il 60° anniversario dal Trattato di Roma, creando sempre più divario tra chi decide e chi vive i territori. Ci sembra inaccettabile permettere l’ennesima passerella politica e, in quanto generazione che vede sempre più difficile il raggiungimento di un futuro dignitoso, non staremo a guardare coloro che stappano uno Champagne.
Già dalle settimane precedenti a questa data, le città italiane si mobiliteranno in vista del corteo del 25 Marzo a Roma. Infatti, dal tavolo inerente a questa data nazionale, è emersa la necessità  di decidere una settimana di mobilitazione. In questo modo diamo una possibilità a tutte le città di mobilitarsi come meglio si crede per rilanciare con forza, da parte degli studenti medi, la manifestazione del 25 Marzo. Noi Generazione Ingovernabile, così come siamo scesi in piazza per mandare via Renzi, torneremo nelle strade per riscattarci e prenderci il futuro che ci stanno togliendo.
Già nelle nostre scuole è in atto un cambiamento rapido della formazione dello studente che, così come la società che ci circonda, si propone di creare un modello aziendale che abitua allo sfruttamento, al precariato e al consumo.
Questo modello di scuola-azienda è stato lanciato dal Governo Renzi, per poi essere continuato e promosso dal Governo Gentiloni. Da molti anni a questa parte studenti e studentesse di tutta Italia si sono mobilitati contro questa scuola che ci vuole sempre più macchine e sempre meno esseri pensanti. Un chiaro esempio di questa trasformazione dei nostri istituti, che ci etichettano come codici, sono le INVALSI, test standardizzati che riducono i saperi e la formazione di un pensiero critico. Con l’approvazione dei nuovi decreti, nonostante le numerose proteste degli studenti  e dei professori, le INVALSI acquistano sempre più importanza, rendendosi necessarie per l’ammissione  alla prova di maturità. Anche quest’anno nasce l’esigenza di boicottare questi test, dato che ancora una volta chi sta al Governo non capisce le esigenze di chi vive la scuola e non tiene conto delle contestazioni e delle richieste dei giovani.
Il 28 aprile in tutta Italia gli studenti si mobiliteranno in vista del test ed il 9 maggio, il giorno stesso delle prove, le saboteranno esprimendo il loro dissenso.
Usciamo da questi due giorni di assemblea con tanta determinazione e voglia di metterci in gioco, la generazione che ha subito troppo finalmente alza la testa!

#GenerazioneIngovernabile #StudAut #25Marzo #NOInvalsi #NOScuolaAzienda #NOBuonaScuola #Bologna